Premio Internazionale al Giornalismo della Moda

Una delle iniziative tese a sensibilizzare i cittadini su questo importante tema e che sta maggiormente caratterizzando la campagna, è il Premio Internazionale al Giornalismo della Moda, giunto alla sua terza edizione, che African Fashion Gate assegna a quei giornalisti che hanno dato un contributo significativo a diffondere il valore dell’importanza della lotta alla discriminazione e del sostegno alla diversità. Il premio, è aperto sia ai giornalisti della carta stampata che a quelli che lavorano in rete senza limiti di confine geografico. Gli articoli, come nelle due edizioni precedenti, verranno valutati in base alla pertinenza delle informazioni, alla complessità delle ricerche, all’originalità dei soggetti, all’obiettività e alla qualità della scrittura. Una giuria composta da professionisti della comunicazione ed esperti in materia di discriminazione, antidiscriminazione e inclusione, selezionerà il vincitore. Presidente della Commissione è la Dottoressa Anna Nuzziello esperta di Inclusione e normative del Terzo Settore. Il 20 febbraio 2018, con l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, il Congresso si è svolto appunto al Parlamento Europeo di Bruxelles. In detta occasione il premiato è stato il celebre stilista Valentino Garavani e tre capo redattori di prestigiosissime testate giornalistiche nazionali (Corriere della Sera, Repubblica, il Messaggero, TG1, Glamour) Per l’anno 2019 il Premio Internazionale al Giornalismo della Moda è stato assegnato a Lucia D’Angelo con particolare riferimento alla sua attività di informazione esplicata per Vogue Black, testata, attraverso la quale ha affrontato la tematica del razzismo nella moda.

IL TROFEO
Sia il trofeo del “il Premio Internazionale al Giornalismo della Moda” che quello del “Premio la Moda Veste la Pace” sono stati realizzati dal celebre maestro orafo Gerardo Sacco.

Alcuni ARTICOLI di STAMPA

Il Premio Internazionale al Giornalismo della Moda, giunto alla sua terza edizione, che African Fashion Gate assegna a quei giornalisti che hanno dato un contributo significativo a diffondere il valore dell’importanza della lotta alla discriminazione e del sostegno alla diversità, è aperto sia ai giornalisti della carta stampata che a quelli che lavorano in rete senza limiti di confine geografico.

Gli articoli vengono valutati in base alla pertinenza delle informazioni, alla complessità delle ricerche, all'originalità dei soggetti, all'obiettività e alla qualità della scrittura.

Una giuria composta da professionisti della comunicazione ed esperti in materia di discriminazione, antidiscriminazione e inclusione, selezionerà il vincitore.

Lucia D’Angelo, Vogue Italia - Premio Internazionale al Giornalismo della Moda 2019

Veronica Timperi, Il Messaggero - Premio Internazionale al Giornalismo della Moda 2018

Federico Poletti, Repubblica - Premio Internazionale al Giornalismo della Moda 2018

Stefania Ragusa, Glamour - Premio Internazionale al Giornalismo della Moda 2017