Laboratorio Etico

African Fashion Gate è anche un Laboratorio Etico

Laboratorio Etico? Si, African Fashion Gate è un Laboratorio Etico permanente contro i fenomeni di razzismo e xenofobia

Un articolo di "Business of Fashion" ha evidenziato una questione discussa nel fashion system, la scarsa aderenza alla varietà razziale dei modelli estetici. Sulle pubblicità o sulle copertine delle riviste di moda c’è ancora una grandissima prevalenza di modelle bianche. Esse infatti sono di gran lunga numericamente superiori rispetto alle modelle nere, asiatiche, mediorientali e native americane.

Business of fashion ha osservato 117 sfilate della ss 2016 ed ha verificato che su 3.875 modelle, solo 797 non erano "bianche". Le modelle bianche erano quindi il 79,4% del totale e la percentuale rimanente era composta dal 10,2% da modelle nere, dal 6,5% da modelle asiatiche, il 2,3% da indiane o mediorientali, mentre l’1,6% da ispano americane.

Le differenze non riguardano solamente le passerelle

Il discorso è simile anche per quanto riguarda le copertine delle riviste di moda. Prendendo in considerazione le 27 copertine delle edizioni di settembre 2016 selezionate da "The Fashion Spot", solamente 4 hanno per protagonista una persona nera. Ampliando la ricerca, come ha fatto "Fashionista", su 42 coperti solo 12 hanno una modella nera o asiatica. Sembra ormai un lontano ricordo, il Black Issue di Vogue Italia del 2008. L'edizione infatti fu dedicata esclusivamente a modelle nere, grazie alla "visionaria" Franca Sozzani.

African Fashion Gate si impegna ad eliminare queste enormi differenze che caratterizzano il fashion system.

Essa si occupa di fornire all’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali informazioni e dati obiettivi. Attraverso le sue iniziative si propone di aiutare il Parlamento Europeo. In particolare vuole aiutare l’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali ad adottare misure per combattere tali fenomeni. Avvalendosi di esperti del settore studia la portata e l'evoluzione del razzismo e della xenofobia. Inoltre analizza le cause, le conseguenze e gli effetti. Il Congresso Mondiale delle Donne della Moda e del Design “La Moda Veste la Pace” ha elaborato diverse strategie per combattere questa piaga.

Il Laboratorio ha inoltre lo scopo di fornire alle istituzioni europee e alle autorità nazionali competenti assistenza e consulenza. Infine ha lo scopo di aiutarle ad adottare le misure o a definire le iniziative appropriate.